ticinolibero
Cronaca
12.07.17 - 11:000
Aggiornamento : 21.06.18 - 14:17

Cornaredo si colora di... bianco, rosso e nero. Sorrisi e scatti, e il risultato conta poco in una sfida da Europa League

Tutto esaurito per l'amichevole col Milan, che vince 4-0 contro i bianconeri di Tami, l'unico scontento. "Atteggiamento che non va". Al debutto con la maglia rossonera Calhanoglu, Borini, Kessie e anche lo svizzero Rodríguez. GUARDA LE FOTO

LUGANO - Quando si tratta della propria squadra del cuore, si sa, si torna un po' bambini. Il calcio è quello sport che è più di un gioco e ti fa sorridere e emozionare, scordando il mondo inter per 90'. Se la tua squadra si chiama Lugano ed è qualificata in Europa League (dove giocheranno anche i rissoneri), oppure se si chiama Milan e per una volta la puoi vedere davvero da vicino, ieri era la serata giusta.

Cornaredo esaurito, nemmeno fosse una finale. Invece è precampionato, ma che partita! Il Milan del tecnico Montella gioca la sua prima amichevole ospite dei bianconeri di un sorridente presidente Angelo Renzetti. Il caso dell'estate, la firma di Gigio Donnarumma, è ormai risolto: il 18enne piu famoso e pagato resterà in rossonero e arriverà presto. Si può dunque pensare al campo.

C'era capitan Montolivo, uno dei più fotografati. Ci sono i nuovi acquisti Calhanoglu, Borini, Kessie. Non poteva mancare proprio in Svizzera, Rodriguez, terzino della Nazionale, che a Lugano ha vissuto la preparazione per l'europeo l'anno scorso ed è appena passato al Milan. Poi lo storico Abate, con De Sciglio, Bacca, Simic, Niang. I campioni lì a un passo, e Facebook si riempie di foto, anche di qualche selfie dei più fortunati.

Per chi non era a Cornaredo, o per chi c'era e vuole rivivere la serata, vi proponiamo una gallery, riogorosamente tratta dai social.

La partita? Ha vinto il Milan, per 4-0. I rossoneri hanno iniziato molto dopo la preparazione, dato che per il Lugano fra poco è già tempo di campionato, ma in fondo non importa. Dopo 2', ha aperto le marcature il giovane Cutrone, il raddoppio è stato di un altro prodotto del settore giovanile, Crociata. Si era nel secondo tempo, e c'è da sottolineare come per tutta la prima frazione di gioco, nonostante lo svantaggio, i ragazzi di Tami si siano fatti vedere dalle parti di Storari con pericolosità. Qui non sono sono più riusciti a reagire, incassando nel finale altri due gol con Sosa e Gomez.

Ma tutti da Cornaredo se ne vanno con un sorriso. Anche per chi scende in campo spesso queste sfide sono una festa. L'unico non contento è Pier Tami, che critica l'atteggiamento della sua squadra. "Mi preoccuperò se esso perdurerà ancora". Magari, il peso dell'avversario ha fatto tremare un po' le gambe.

TOP NEWS Attualità
© 2020 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile