ticinolibero
Cronaca
14.06.19 - 11:210
Aggiornamento : 18.06.19 - 21:48

La truffa: disoccupati in Italia ma attivi in Svizzera! Denuncia per otto persone

Otto frontalieri incassavano le indennità di disoccupazione nel loro Paese, in realtà avevano un permesso G valido ed avevano un regolare posto di lavoro, da cui ovviamente incassavano lo stipendio

OLGIATE COMASCO – È stata scoperta la truffa di otto frontalieri residenti nella zona di Olgiate Comasco: percepivano la disoccupazione italiana ma in realtà lavoravano in Svizzera! Ad accorgersene, nell’ambito di attività di polizia economico-finanziaria finalizzate alla lotta agli sprechi di denaro pubblico sono stati i finanzieri della Compagnia di Olgiate Comasco.

Gli otto tra il 2016 e il 2018 hanno percepito delle indennità pari a 105mila euro, dai 5mila ai 20mila euro annui ciascuno, risultando senza lavoro.

Ad insospettire è stato il fatto che avessero ancora, nonostante appunto non lavorassero, un permesso G valido, ovvero quello che permette di lavorare in Svizzera.

I controlli hanno infatti mostrato come la carriera assicurativa in Svizzera non appariva interrotta. Gli otto dunque lavoravano, eccome, nel nostro Paese, percependo indennità di disoccupazione e stipendio regolare!

Sono stati ovviamente denunciati e rischiano condanne tra i 6 mesi e i 5 anni, oltre a pene amministrative complessive per 315 mila euro.

Potrebbe interessarti anche
Tags
svizzera
truffa
indennità
disoccupazione
olgiate comasco
comasco
TOP NEWS Attualità
© 2019 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile