ticinolibero
Cronaca
25.11.20 - 16:300

Nove mesi dopo il primo caso. "Sarà un Natale diverso, viviamolo con prudenza e aiutando il commercio locale"

Confermate le misure divulgate qualche tempo fa sino al 18 dicembre (poi si vedrà per Natale). Per il Black Friday restano le aperture straordinarie ma in caso di comportamenti non corretti interverrà la Polizia

BELLINZONA - Conferenza stampa a Bellinzona sul Coronavirus, presenti Norman Gobbi, Presidente del Consiglio di Stato e Raffaele De Rosa, Direttore del Dipartimento della sanità e della socialità.

Norman Gobbi: "Per il Black Friday sostenete i commerci locali con attenzione"

"Il 25 novembre è il giorno dedicato alla violenza sulle donne, la situazione con tutti in casa era potenzialmente pericolosa, grazie a tutti coloro che hanno agito per aiutare chi ne ha bisogno".

"Oggi sono passati nove mesi dalla conferma del primo caso. La situazione ora resta seria, ci sono ospedalizzazioni, e abbiamo deciso di prolungare le misure sino al 18 dicembre. Avremo misure più restrittive rispetto alla Svizzera su assembramenti, eventi e riunioni di gruppo".

"Rimaniamo vigili. Le condizioni climatiche di questo periodo favoriscono la diffusione del virus, per questo l'inverno è un momento delicato. Gli annunci del successo della sperimentazione dei vaccini devono essere accolti con prudenza. Per una distribuzione di massa si dovrà attendere almeno la fine dell'inverno, come ci ha spiegato Berset".

"Il Governo si è mostrato unito durante tutta la crisi, con misure proporzionate. Abbiamo cercato di aiutare la tenuta del sistema sanitario, limitando gli effetti economici e sociali. La strada da percorrere si preannuncia lunga, solo insieme possiamo fare la differenza".

"Voglio volgere lo sguardo al periodo di avvicinamento al Natale, che dovremo affrontare in modo diverso rispetto al passato. Invito a usare prudenza. Venerdì sarà il Black Friday, il commercio ci ha garantito che le offerte non saranno solo quel giorno ed anche attraverso le piattaforme online, per non creare assembramenti. Invitiamo a sostenere i commerci locali, con attenzione. Chiediamo di anticipare gli acquisti di Natale, di non arrivare nelle ultime settimane che sono sempre caotiche, Qualora riscontreremo situazioni non conformi saremo pronti a intervenire, la forze di Polizia si stanno preparando".

"La Confederazione ha dato il via libera all'ordinanza sui casi di rigore, che era attesa. Come Consiglio di Stato prepareremo nelle prossime settimane un messaggio per avere i crediti e mettere in campo le misure necessarie. Sapete che tutti i contributi saranno divisi tra Confederazione e Cantoni. Serviranno controlli quindi gli aiuti non saranno immediati. La cifra di affari è stata alzata a 100mila franchi, il che rischia di lasciare micro aziende fuori dagli aiuti, noi abbiamo messo in atto degli aiuti ponte che vanno a dare una mano a chi non rientra negli aiuti della Confederazione. Ci sarà un grande sforzo, l'onere di verifica per i Cantoni è importante. È una risposta a chi ha sofferto durante la chiusura totale o parziale e soffre ancora, penso a eventi, a chi vi sta dietro, a chi organizza viaggi".

"Abbiamo avallato oggi una risposta ai sindacati sul tema del Black Friday, confermando le aperture. Vogliamo sensibilizzare tutti a capire che non si può agire come gli anni scorsi con affollamenti. In questo senso l'aspetto positivo è stato l'aver spalmato le offerte su più giorni. Lo stesso varrà anche con le aperture domenicali, se serve saremo pronti a prendere misure gravi che andranno a limitare le attività dei negozi".

"Mercoledì 16 la Confederazione prenderà delle decisioni e noi abbiamo scelto di prolungare le misure sino al 18, così vedremo di adeguarci se sarà possibile".

De Rosa: "Adeguiamo ancora il sistema ospedaliero"

"Abbiamo scelto misure meno restrittive rispetto a altri Cantoni, per cui per abbassare il numero dei contagi ci vorrà più tempo. Siamo sulla strada giusta e la bontà delle misure viene confermata dalla proroga che abbiamo dato oggi".

"I ricoveri restano alti, con circa 360 pazienti Covid ricoverati: il picco in primavera era stato di 405, un numero che come era cresciuto rapidamente altrettanto rapidamente era sceso. Per ora non l'abbiamo raggiunto ma lunedì eravamo a 382 ricoverati, solo una ventina in meno rispetto al picco. Siamo costanti da una decina di giorni, anche il numero di decessi al giorno resta importante. La pressione si mantiene alta e l'evoluzione è seguita da vicino e con attenzione".

"Abbiamo approvato un nuovo adeguamento ospedaliero, con i posti letto che passano da 600 a 630 ed anche un piano di prestito di personale, in modo che Moncucco possa aumentare i suoi letti. Alcuni pazienti saranno ospitato a Orselina. Il prestito avviene senza forzature da parte del Governo, non come a primavera quando si sospesero alcune attività lasciando professionisti senza niente da fare".

"Manca un mese a Natale, sappiamo che sarà diverso e particolare, lo vedremo già vivendo l'Avvento, che dovrebbe essere raccoglimento e riflessione ed era invece diventato uno stress, una frenesia, una corsa all'ultimo pacchetto. Cogliamo l'opportunità di ascoltarci dentro, abbiamo tanto da dirci, dopo quel che è successo in questi giorni. Sosteniamoci in un percorso che sarà lungo".

Comprendiamo chi è preoccupato per far quadrare bilanci aziendali e familiari. Sappiamo come comportarci per dare in qualche modo il contributo alla propria comunità, serve l'aiuto a commercianti ticinesi. Diamo un contributo alla sostenibilità, all'ambiente, aiutando l'economia ticinese". 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Attualità
© 2021 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile