ticinolibero
TIPRESS
Cronaca
29.03.21 - 11:420

Campagna di vaccinazione in Ticino, iscrizioni aperte per gli 'over 65'

La vaccinazione avverrà nei quattro centri cantonali. Ecco tutti i dettagli

BELLINZONA – La campagna di vaccinazione in Ticino compie un nuovo e importante passo in avanti: a partire da oggi anche le persone con 65 anni (compiuti) e più possono infatti annunciarsi sulla piattaforma online, mettendosi in lista d’attesa. In funzione dell’andamento delle iscrizioni da parte delle persone affette da malattie croniche ad alto rischio, alcuni appuntamenti in uno dei quattro centri cantonali saranno poi verosimilmente fissati già per la fine di questa settimana, mentre i successivi non appena il vaccino sarà disponibile, di principio a cominciare da settimana prossima.

La campagna di vaccinazione del Canton Ticino può compiere un altro passo avanti significativo: da oggi anche le persone con 65 anni (compiuti) potranno infatti annunciarsi sulla piattaforma online per inserirsi nella lista di attesa di in uno dei quattro centri cantonali di vaccinazione allestiti a Giubiasco (Mercato Coperto), Locarno (Palazzetto Fevi), Lugano (Padiglione Conza) e Mendrisio (Mercato Coperto).

Tenuto conto dell’apertura di queste strutture, delle accresciute disponibilità previste di vaccino e delle capacità di spostamento di cui generalmente godono le persone tra 65 e 74 anni, la vaccinazione avverrà, come già indicato, esclusivamente nei quattro centri cantonali. Le persone di questa categoria d’età non possono quindi più annunciarsi alle cancellerie comunali, come è stato il caso per gli «over 75», né al proprio medico, come i malati cronici ad alto rischio.

L’iscrizione per la vaccinazione avviene, come di consueto, sulla piattaforma web consultabile all’indirizzo www.ti.ch/vaccinazione che da qualche giorno permette di visualizzare le disponibilità di appuntamenti di ognuno dei quattro centri cantonali. Ogni persona può così scegliere la soluzione più adeguata alle proprie esigenze. A questo proposito, le autorità invitano i cittadini a scegliere il centro di vaccinazione non solo sulla base della vicinanza al proprio domicilio, ma anche tenendo conto degli appuntamenti ancora liberi; così facendo, la campagna potrà procedere più velocemente, garantendo la massima efficienza a tutti i quattro centri.

Attualmente restano ancora liberi alcuni appuntamenti negli ultimi giorni di questa settimana nei centri di Locarno e Giubiasco. È dunque possibile che i primi «over 65» che si iscriveranno potranno ricevere l’appuntamento già per queste giornate. Gli altri riceveranno gli appuntamenti non appena il vaccino sarà disponibile: di principio, se le forniture attese verranno confermate, a partire già da settimana prossima.

Va ricordato che per iscriversi è necessario essere domiciliati nel Cantone Ticino ed essere in possesso di un numero di cellulare (proprio oppure di una terza persona). Le persone che non sono in grado di effettuare una prenotazione online, o che non dispongono di un cellulare, possono rivolgersi al numero verde 0800 128 128 (tutti i giorni dalle 8.00 alle 17.30).

Nell’attesa di poter iniziare a fissare gli appuntamenti anche per gli «over 65», prosegue la vaccinazione delle persone con malattie croniche ad alto rischio (definite in base a specifici criteri). Le somministrazioni sono iniziate la scorsa settimana nel Centro cantonale di vaccinazione di Giubiasco e prenderanno avvio da domani anche negli altri tre nuovi centri. Gli studi medici autorizzati inizieranno invece la somministrazione alle persone con malattie croniche ad alto rischio dopo la settimana di Pasqua.

La partecipazione alla campagna vaccinale di questa fascia di popolazione è ritenuta buona anche se non quantificabile in maniera precisa, da un lato perché il numero di persone rientranti in questa categoria è difficilmente stimabile e dall’altro perché la verifica dei pazienti annunciati presso gli studi medici è ancora in corso. Ad ogni modo si sono annunciate già oltre 10’000 persone su un totale che secondo i criteri fissati attualmente dalla Confederazione dovrebbe essere tra 12'000 e 15'000. In questo senso, si è proceduto ad aggiornare le stime di dicembre: allora la strategia federale definiva questo gruppo target in modo generico («pazienti con malattie pre-esistenti»). L’identificazione di criteri più vincolanti, ripresi nel certificato disponibile su www.ti.ch/vaccinazione, ha indotto nel frattempo a rivederne il numero.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Attualità
© 2021 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile