ticinolibero
TIPRESS
Cronaca
29.04.21 - 07:590

Lugano, cessione a un passo? Renzetti: "Mi serve tempo"

Il 'pres' bianconero: "Vivo un conflitto tra sentimento e ragione". La nuova cordata vorrebbe confermare staff tecnico e dirigenza

LUGANO – Vendere o non vendere? È il dubbio che tormenta da anni il presidente del FC Lugano Angelo Renzetti, poi sempre rimasto in sella con ottimi risultati. Cuore e passione, d'altronde, non sono facilmente comprabili. Il 'pres' lo sa, lo sa bene. Ed è per questo che non si è mai fidato di cedere la proprietà 'al primo che passa'. Per sedersi al tavolo delle trattative, dunque, occorre presentare basi solide. "Questa volta è diverso", ha detto ieri al Corriere del Ticino il socio di minoranza Leonid Novoselskiy. E diverso, questa volta, lo sembra davvero. 

Ci sono due gruppi interessati a rilevare il 60% del club ticinese. Uno, in particolare, soddisfa tutti i requisiti imposti da Renzetti. Tra il possibile futuro patron del Lugano e quello attuale – riporta il Cdt – ci sarebbe addirittura un accordo di massima. Staff e dirigenza al completo, inoltre, verrebbero confermarti. Una decisione che rallegra Renzetti e permetterebbe di partire senza particolari scossoni. 

I colpi di scena, però, non sono esclusi. A questo ci ha abituato il presidente del Lugano in questi anni. "Ho bisogno di tempo – confida al quotidiano –. Vivo un conflitto tra sentimento e ragione. Contrasti che non si annientano con i soldi nel giro di due giorni. Chiedo solo rispetto e tempo".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Attualità
© 2021 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile