ticinolibero
Cronaca
06.09.21 - 09:170
Aggiornamento : 10.09.21 - 14:54

Lugano, violenta lite tra due consiglieri comunali

A denunciare quanto accaduto giovedì sul mezzogiorno è uno dei diretti interessati. Sarà un'inchiesta a stabilire colpe e responsabilità

LUGANO – È finita con una denuncia penale per violazione di domicilio, aggressione e lesioni semplice una lita familiare accaduta giovedì scorso tra due consiglieri comunali di Lugano. I protagonisti sono, infatti, Dario Petrini (PS) e Demis Fumasoli (Forum Alternativo), cognati nella “vita reale” e consiglieri comunali a Lugano.

A darne notizia è lo stesso Petrini sui social: “Giovedì verso mezzogiorno, in mia assenza (ero al lavoro), mia moglie e i miei figli hanno subito un'aggressione da parte di mio "cognato" Demis, il quale (entrando in casa nostra, quindi violando il nostro domicilio) ha scaraventato a terra sua sorella, rotto un dente al nipote Bruno e mandato al pronto soccorso per accertamenti (TAC alla testa) l'altro nipote Paolo (minorenne)”, spiega.

E ancora: A causa di questo increscioso fatto, che accade dopo una serie di provocazioni e maltrattamenti psicologici, abbiamo deciso di allontanare i nostri figli dalla loro abitazione in Via Stazione 28 a Cadro per trasferirli a casa dei nonni paterni a Comano. La situazione, tanto scomoda quanto imbarazzante, ci ha costretti ad adottare una soluzione drastica, a tutela dell'incolumità dei miei figli: la loro sicurezza era a rischio. È ora pendente una denuncia penale per violazione di domicilio, aggressione e lesioni semplici”.

Provato a chiarire la dinamica dei fatti, Fumasoli ha preferito trincerarsi nel silenzio a causa dell’inchiesta in corso. Una fonte – riporta il Corriere del Ticino – ha però dichiarato che lo stesso esponente del Forum Alternativo è stato vittima di violenza.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Attualità
© 2021 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile