ticinolibero
TIPRESS
Cronaca
21.09.21 - 17:370

"Sta costruendo un'altra realtà". Chiesti 19 anni e mezzo per il 32enne tedesco

L'accusa ha, inoltre, chiesto l'espulsione dalla Svizzera per 15 anni

BELLINZONA – 19 anni e sei mesi di carcere più l'espulsione dalla Svizzera per 15 anni. È quanto chiede l'accusa nei confronti del 32enne tedesco accusato di aver ucciso la compagna il 9 aprile scorso nella camera 501 dell'Hotel La Palma au Lac di Muralto. Secondo la pp Petra Canonica Alexakis, "il gioco erotico finito male non esiste. Esistono gli omicidi e gli assassini".

Secondo l'accusa, l'uomo – che ha continuato a sostenere la sua tesi – "sta costruendo un'altra realtà". Affermazioni che secondo l’accusa sono “un castello di bugie. L’imputato sta scappando dalle proprie responsabilità, dalla brutalità del suo gesto costruendo un’altra realtà”. Domani, mercoledì, è in calendario l'ultimo dei tre giorni di processo, durante il quale prenderà parola la difesa dell'imputato.

TOP NEWS Attualità
© 2021 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile