ticinolibero
Cronaca
19.10.21 - 11:360

"Con la dose di richiamo si possono evitare decorsi gravi e ospedalizzazioni"

Lo afferma Franco Tanzi, geriatra e coordinatore del gruppo di lavoro case anziani in seno alla Cellula sanitaria ticinese: "Soprattutto negli anziani il tasso di protezione diminuisce dopo qualche mese"

BELLINZONA - Secondo il farmacista cantonale Giovan Maria Zanini, una dose di richiamo (che non è la stessa cosa di una terza dose) può essere utile per alcune categorie, prima di tutto gli anziani. Si attende nel breve il via libera da parte di Swissmedic, il Ticino sta già pensando come agire.

Si partirebbe dalle case anziani e l'idea è di non sommistrare ulteriori dosi a persone sotto i 65 anni. Ma perchè è utile? Lo spiega al Corriere del Ticino Franco Tanzi, geriatra e coordinatore del gruppo di lavoro case anziani in seno alla Cellula sanitaria ticinese: : "Gli studi confermano che con il passare dei mesi, specialmente nelle persone anziane, il tasso di protezione garantito da un ciclo di vaccinazione completa diminuisce, mentre con un'altra dose si riescono a prevenire i decorsi gravi ed evitare le ospedalizzazioni". 

Tornando a Zanini, sempre al quotidiano di Muzzano, precisa come la terza dose sia una dose ulteriore inoculata a chi dopo le prime due ha avuto una risposta immunitaria troppo bassa per garantire una vera protezione. La dose di richiamo invece effettuata dopo un po' di tempo dalla seconda, per rafforzare e rinfrescare la risposta immunitaria.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Attualità
© 2021 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile