ticinolibero
Politica
20.07.20 - 09:420

Quadri controcorrente: "E chi lo dice che la Foce deve diventare una movida notturna?"

Per il leghista le serate con poca gente non sono state un flop: "Di giorno l'area è fruibile per cittadini e famiglie. Se resta chiusa di notte e aperta di giorno non è certo un dramma"

LUGANO - La Foce, contingentata nelle sere dei fine settimana, è rimasta pressochè deserta, il che non è piaciuto al Municipio: ieri sera Roberto Badaracco ha spiegato che si intendono pensare soluzioni alternative.

Ma non tutti, anche all'interno dello stesso gremio, concordano: "Flop? E chi lo dice?", scrive Lorenzo Qusdri.

Per il leghista, "almeno non ci sono assembramenti col rischio di far partire focolai di virus cinese e, la mattina dopo, la Foce non è ridotta ad un porcile con rüt ed escrementi umani sparsi ovunque. Come accadeva nelle settimane precedenti ("grazie" anche al fattivo contributo di brozzoni provenienti dall'ex macello). E di giorno l'area è fruibile per cittadini e famiglie".

"Non c'è scritto da nessuna parte che bisogna a tutti i costi trasformare la Foce in una movida notturna permanente; di questi tempi, poi. Se resta chiusa di notte e aperta di giorno non è certo un dramma. Anzi", conclude.

TOP NEWS Politica
© 2020 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile