ticinolibero
TiPress
Politica
11.03.21 - 15:420

Sull'autogestione tutto congelato anche a livello cantonale: si aspettano il Municipio di Lugano e il Consiglio di Stato

I membri della Commissione sanità e sicurezza sociale hanno scelto di attendere la decisione luganese e le risposte all'interpellanza di Ortelli e cofirmatari. Galeazzi e Ghisletta provano a venirsi incontro per presentare un unico rapporto

BELLINZONA - Non solo a Lugano, sulla questione dei molinari è un nulla di fatto anche a livello cantonale. Il tema, coi due rapporti di Galeazzi e Ghisletta da discutere, è stato affrontato durante la seduta della Commissione sanità e sicurezza sociale. E per dirla con le parole ironiche del democentrista, "tutto congelato, come i vaccini anti Covid".

I due relatori stanno tentando di arrivare a un unico rapporto. Galeazzi parrebbe pronto a cedere sull'introduzione di un mediatore, ma desidera che si allarghi il raggio di ricerca di una nuova sede per i molinari a tutto il Ticino e non al solo Luganese.

La Commissione ha però deciso di non andare tanto in là, l'eventuale firma di uno o dell'altro rapporto da parte dei membri non è stata presa in considerazione questa mattina. Infatti, si è scelto di attendere che il Municipio di Lugano dicesse la sua (anche qui, decisione rinviata alla prossima seduta, in attesa di un altro rapporto di Polizia) e che il Consiglio di Stato risponda all'interpellanza di ieri dei leghisti, con prima firmataria Maruska Ortelli. 

L'atto parlamentare potrebbe essere trattato d'urgenza nel plenum della prossima settimana, dove però a questo punto non si parlerà dei rapporti. Sarebbe stato il tema clou della sessione. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Politica
© 2021 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile