ticinolibero
Politica
09.09.21 - 18:400

Borradori non aveva ricevuto la seconda dose di vaccino pochi giorni prima di morire. Il rimpianto di Schnellmann

Il liberale: "La sera prima dell'incidente mi aveva chiesto se l'indomani mattina avrei corso anch'io alla tenuta Bally, ma avevo risposto di no perchè mi allenavo quella sera stessa. Magari se ci fossi stato...". Il fratello parla del vaccino

LUGANO - Ospite a Matrioska l'altra sera Werner Nussbaumer aveva detto che Marco Borradori aveva ricevuto il vaccino pochi giorni prima del malore che poi ne ha causato la morte. Una voce che ha smentito suo fratello Mario, raggiunto da La Regione.

"Lui la seconda dose l'aveva fatta oltre due mesi prima dell'accaduto. Ne sono certo perché me lo aveva detto. Assolutamente non c'è nessuna correlazione tra il suo decesso e il vaccino", ha spiegato.

Un articolo di tio parlava di piccoli infarti subiti dal sindaco in precedenza, il fratello non ne sa nulla e attende il referto. 

Quando aveva corso Borradori prima del malore? Non si sa ancora. "So che al momento del ritrovamento l'orologio Garmin era scarico e che dovevano procedere a una ricostruzione. Girava anche la voce che mio fratello avesse corso per 10 chilometri. Difficile dirlo al momento".

Interpellato dallo stesso quotidiano, Fabio Schnellmann ha confermato che la delegazione di cui avrebbe fatto parte Marco Borradori andrà comunque a correre la maratona di New York. E svela un episodio: "Proprio la sera prima dell'incidente, Marco mi aveva chiesto se l'indomani mattina venivo anch'io a correre alla Tenuta Bally, ma gli ho risposto di no, perché io mi allenavo quella sera stessa. Ogni tanto mi viene il rimorso e penso, magari se ci fossi stato... Anche se con il senno di poi non vai da nessuna parte...".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Politica
© 2021 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile