ticinolibero
Svizzera
06.09.17 - 17:010
Aggiornamento : 19.06.18 - 15:43

Piccole Nora Illi crescono. La bimba della convertita svizzera sceglie di indossare il niqab

"Siamo andate ad acquistarlo tra sguardi cattivi e commenti maligni, ma lei non è fatta impressionare e l'ha indossato. Una sgnora anziana ha cercato di farglielo togliere e le ha morso una mano", racconta la stessa Illi. Sarà davvero una scelta autonoma o è l'esempio della madre?

BERNA - La figlia di Nora Illi ha scelto di indossare il velo. Vedendola giocare con la sabbia, sembra ancora una bambina che difficilmente riesce a prendere decisioni da sola, capendo i fondamenti religiosi di quel che va a fare. Forse davvero l'imitazione della mamma, la svizzera convertita musulmana che da sempre difende la possibilità di portare il burqa.

Ad affermare che la bimba ha scelto autonomamente è lei stessa, pubblicando un post su Facebook.

"Si dice sempre che i bambini devono essere liberi di svilupparsi, così mia figlia ha deciso di voler portare il niqab, mentre eravamo a fare shopping".

E così, sono andate ad acquistare l'indumento, "tra sguardi cattivi e commenti maligni, ma lei non si è fatta impressionare e l'ha indossato".

Poi, racconta divertita e orgogliosa Illi, una signora anziana ha cercato di convincere la piccola a toglierselo. "Fa troppo caldo", le ha detto. La bambina ha urlato "no", e ha morso la mano della donna.

"Dobbiamo difendere il nostro niqab con lo stesso orgoglio, forse senza mordere", commenta poi, ironicamente ma non troppo.
TOP NEWS Svizzera
© 2020 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile