ticinolibero
Tribuna
16.06.20 - 09:250

"Chiedo le dimissioni in blocco di tutti i membri dell’ECAM"

Il deputato leghista: "Cambiamo tutti perché è quello che deve essere fatto. Facciamolo per rispetto ai nostri anziani"

*Di Massimiliano Robbiani

Chiedo le dimissioni in blocco di tutti i membri dell’ECAM e di tutti i membri del Consiglio di fondazione. Le case per anziani Torriani meritano una gestione più trasparente, affidabile e corretta! Dopo i miei atti parlamentari sul tema e alla luce di quanto continua ad emergere anche a mezzo stampa ritengo sia indispensabile che tutti i vertici dell’ente case anziani Mendrisiotto rassegnino le dimissioni con effetto immediato.

La vicenda della ex capo struttura e delle mancanze nella conduzione dell’istituto Torriani denotano un’incompetenza direzionale che non può essere tollerata oltre. L’ECAM merita ben altro, e davvero molto di più in termini di rispetto e competenza meritano tutti gli anziani ospiti delle nostre case di riposo. Il problema sta ovviamente nel fatto che le strutture sono gestite da enti locali, fortemente politicizzati che decidono di nomine e funzionamento senza averne specifiche competenze.

Proprio per questo sono da sostituire anche tutti i membri del Consiglio di fondazione, alcuni dei quali anziani, vi siedono per presunti meriti partitici più che per avere quelle conoscenze di politica sanitaria, di gestione della realtà degli anziani, delle demenze, della sicurezza delle cure che dovrebbero essere indispensabili quando si assumono incarichi simili.

È un malandazzo che deve finire al più presto.

Bisogna fare piazza pulita e ripartire su basi nuove con persone che sappiano cosa son lì a fare e non perché hanno cognomi particolari. Alle case anziani serve competenza ma anche attenzione ai dettagli, alle nuove cure, alle modalità di gestione di ospiti e personale e soprattutto servono dipendenti qualificati scelti sulla base di riscontri oggettivi e non per sentito dire. La nomina di una capo struttura che non faceva per nulla l’unanimità fra il personale è stata solo l’ultima goccia di un vaso che traboccava da tempo. Chi è all’origine di questi errori madornali deve avere la dignità di levare le tende. Via.

Cambiamo tutti perché è quello che deve essere fatto. A me piacerebbe che questa volta chi di dovere non si nasconda dietro l’indipendenza dell’ente. Spetta al Municipio e al Consiglio comunale destituire e sostituire i membri del CdA. Facciamolo, allora, per rispetto ai nostri anziani.

*Deputato in GC e Consigliere comunale di Mendrisio

TOP NEWS Tribuna
© 2020 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile