ticinolibero
Cronaca
26.11.19 - 11:570

I laghi scendono, ma resta l'allerta almeno fino a metà settimana

L'allarme passa al grado 2 per il Lago di Lugano e il Lago Maggiore, mentre resta a 3 per la Tresa. Sono comunque in costanze diminuzione e le precipitazioni di domani non dovrebbero causare problemi

LUGANO/LOCARNO – Il lago di Lugano un po’ è esondato, senza creare però eccessivi danni. Anche quello di Locarno è tenuto sott’occhio, con un’allerta che è scesa al grado 2 da oggi alle 11.

Infatti, MeteoSvizzera è positiva: “Le portate in entrata e i livelli delle acque del lago di Lugano e del Lago Maggiore continuano a scendere. Il livello del lago di Lugano calato e rientra ora nel grado di pericolo 2. È in calo anche il livello della Tresa, l’emissario del lago di Lugano, ma rimane ancora nel grado di pericolo 3. Le acque del Lago Maggiore, che hanno raggiunto il loro picco lunedì pomeriggio, martedì mattina rientrano ancora per 13 cm nel grado di pericolo 2”, si legge.

Finalmente è la seconda giornata col sole, non accadeva da tempo. Domani sono previste di nuovo piogge intermittenti, ma per quanto concerne i laghi, “le acque del lago di Lugano e del Lago Maggiore continueranno a scendere nei prossimi giorni. Le precipitazioni previste per mercoledì mattina causeranno soltanto un rallentamento temporaneo del loro calo”.

Un ulteriore abbassamento del livello delle acque è previsto anche per la Tresa.

Ma in ogni caso “l’allerta per i laghi e la Tresa potrà essere revocata presumibilmente soltanto nella seconda metà della settimana”, avverte MeteoSvizzera, nonostante in generale i prossimi giorni dovrebbero essere asciutti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Attualità
© 2021 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile