ticinolibero
TiPress
Media
12.04.21 - 15:080

La RSI di Timbal: "Non posso escludere licenziamenti. Non vedo uno smantellamento di Rete 2"

"Guarderemo i progetti per analizzarli caso per caso e sì, cercheremo di minimizzare l’impatto con le fluttuazioni del personale, i pensionamenti, i prepensionamenti, ma non escludo che alcuni licenziamenti ci possano essere", ha spiegato

COMANO - Mario Timbal è Direttore della RSI da ormai una decina di giorni. Tanti i temi aperti: dai tagli (anche di personale?) alla questione di Rete 2 sino al dossier molestie. “Non sono stato designato né per ridurre né per smantellare”, ha subito precisato.

Ma entro il 2024 il rischio è che saltino 34 posti di lavoro, con un risparmio già annunciato di 8 milioni di franchi. "Sicuramente non posso escludere che ci siano nuovi licenziamenti, come non posso quantificarli adesso. I tagli sono economici: quello che ci è stato dato per il 2024 è un obiettivo finanziario e quella dei posti di lavoro è una stima. Guarderemo i progetti per analizzarli caso per caso e sì, cercheremo di minimizzare l’impatto con le fluttuazioni del personale, i pensionamenti, i prepensionamenti, ma non escludo che alcuni licenziamenti ci possano essere", ha spiegato Timbal. 

Per quanto concerne Rete 2, ha sottolineato di credere nel parlato e nel flusso che esso porta. “Credo che Rete Due sia un label di qualità e che possa essere la fonte della cultura all’interno della RSI. Non vedo assolutamente uno smantellamento".

Non ha potuto ancora esprimere commenti in merito al dossier sulle molestie poiché si è ancora in attesa dei risultati delle inchieste. Ma ha ammesso che è uno stress test per tutta l'azienda, che da questa storia dovrà trarre degli insegnamenti. 

TOP NEWS Attualità
© 2021 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile