ticinolibero
Cronaca
13.08.19 - 09:530

Identificato uno degli aggressori razzisti del treno. È maggiorenne e svizzero, la donna intenderebbe denunciarlo

Una giovane donna di colore era stata insultata con epiteti razzisti e aveva ricevuto una porta del treno in faccia. Il responsabile di quest'ultimo gesto è stato identificato dalle forze dell'ordine

BELLINZONA – Insulti razzisti sul treno, una trentina di persone contro una sola, colpevole solo di avere la pelle scura, in quel folle viaggio di pochi minuti. Una porta sbattuta in faccia, con conseguenti ammaccature. Una donna aveva vissuto un incubo, sul treno fra Arbedo/Castione e Bellinzona.

Gli aggressori erano presumibilmente di ritorno dalla partita del Lugano Hockey.

La sfortunata protagonista aveva raccontato la vicenda, sottolineando come aveva chiamato la Polizia a Bellinzona e come gli agenti le avessero chiesto i documenti. In un primo momento pareva che invece non fossero state chieste le generalità al gruppetto di insultatori: la Polizia oggi comunica che è stato identificato un giovane svizzero maggiorenne, l’autore della porta sbattuta in faccia che aveva causato diverse ecchimosi alla donna.

Anche a lui era stato chiesto il documento, alla stazione. La giovane aggredita sarebbe intenzionata a sporgere denuncia.

1 sett fa Follia sul treno, in trenta contro una. La insultano perchè scura di pelle e le sbattono una porta in faccia
Potrebbe interessarti anche
Tags
donna
aggressori
svizzero
treno
porta
stato identificato
bellinzona
TOP NEWS Attualità
© 2019 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile