ticinolibero
Cronaca
19.01.21 - 14:560

"Non è prevista una chiusura dei confini"

Gli esperti sanitari in conferenza: "Diminuzione dei casi incoraggiante, ma servono altri sforzi"

BERNA – Le autorità sanitarie elvetiche sono tornate a riunirsi oggi per informare la popolazione in merito all'emergenza coronavirus in Svizzera. Presenti all'incontro informativo la vicedirettrice della Divisione affari internazionali dell'UFSP Nora Kronig, la responsabile della Divisione malattie infettive dell'UFSP Virginie Masserey, il presidente dell'Associazione dei medici cantonali Rudolf Hauri e altri esponenti del mondo economico.

"La diminuzione dei casi – esordisce Masserey – è incoraggiante. Servono però ulteriori sforzi per fronteggiare l'emergenza, a maggior ragione in considerazione delle varianti. In questo senso, dobbiamo cercare di guadagnare tempo e diagnosticare tutti i casi".

"Al momento – afferma Kronig –, sono state vaccinate circa 110mila persone in tutta la Nazione". Masserey ha poi risposto alla richieste del Ticino di chiudere i valichi secondari e controlli sistematici al confine. "Al momento – dice – non è prevista alcuna chiusura dei confini".

TOP NEWS Attualità
© 2021 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile