ticinolibero
Cronaca
17.04.21 - 12:110

Dal confine: "Riapriamo le dogane e accogliamo i ticinesi"

Il sindaco di Lavena Ponte Tresa: "Questa misura è decisiva per la ripresa economica dei nostri territori"

PONTE TRESA – "Riapriamo le dogane". Il sindaco di Lavena Ponte Tresa Massimo Mastromarino, anche presidente dell’Associazione Comuni Italiani di Frontiera, scrive al Governo e chiede di poter riaccogliere i ticinesi.

"La decisione del Governo di favorire la graduale riapertura delle attività commerciali, delle attività culturali e sportive, di consentire gli spostamenti, di favorire la ripresa economica e la socialità, attraverso l’istituzione della Zona Gialla, a partire da Lunedì 26 Aprile, costituisce un provvedimento incisivo anche per i Comuni di Confine, solo se accompagnata alla volontà di riaprire le frontiere. Chiediamo pertanto, in analogia a misure simili già assunte nelle zone di frontiera, di consentire l’ingresso nel territorio nazionale, nella fascia territoriale di 20 km dal confine, anche a coloro che risiedono oltre il confine svizzero, senza necessità di effettuare tampone molecolare, come già per altro previsto per i lavoratori frontalieri".

Per Mastromarino, "questa misura, assieme a quelle già annunciate dal Governo, sono decisive per la ripresa economica dei nostri territori".

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Attualità
© 2021 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile