ticinolibero
Letture
26.10.22 - 09:110

Christina Le Kisdaroczi, “La voce nascosta”: un libro, due lingue, sei mani

La storia di Cristina, cresciuta in Argovia, alla scoperta della sua lingua madre, l’italiano. Lungo il cammino non imparerà solo vocaboli e coniugazioni, ma anche quella che era la vita in Italia della sua famiglia

La voce nascosta che dà il titolo a questo “libro” – impossibile classificarlo entro i limiti di un genere codificato – è la lingua italiana scoperta in età adulta da un’immigrata di seconda generazione. Pare incredibile dover imparare la propria lingua “madre” grazie ad una insegnante e non appunto alla propria madre, ma è ciò che è successo a Cristina, cresciuta nel Canton Argovia in una famiglia italiana che per darle pari strumenti per la sua formazione le ha sempre parlato in tedesco. 

A guidarla in questa scoperta è Alessandra, docente di italiano come lingua straniera, che la invita a utilizzare la forma epistolare per allenarsi nell’uso dell’italiano, e quale miglior destinataria se non la madre, depositaria della lingua nascosta?

Lungo questa strada non imparerà solo vocaboli e coniugazioni, ma anche quella che era la vita in Italia della madre e della sua famiglia, quanto si è portata dietro e quanto ha lasciato dall’altra parte del confine. E tra Italia e Svizzera tedesca il perno, il trait d’union, è proprio il Ticino, Ascona per la precisione, dove Cristina risiede appena possibile, limbo sospeso tra i due mondi, luogo in cui le voci si mescolano e la sua è libera di emergere in tutte le sue peculiarità.

 

Christina Le Kisdaroczi

Nata 1958 a Rheinfelden (CH). Vive a Winterthur e ad Ascona. Ha studiato pedagogia speciale, lavorava come insegnante e leader, ora come consulente e co-autrice di saggi, sempre specializzata in pedagogia e integrazione dei bambini con bisogni educativi speciali.

 
Alessandra Vitali

Nata nel 1979 a Bergamo in Italia, vive a Milano e a Sueglio. Ha studiato filosofia presso l’Università Statale di Milano. Dopo aver mosso i primi passi come insegnante di italiano in Australia si è specializzata in didattica della lingua italiana a stranieri all’Università per Stranieri di Siena. Da più di dieci anni lavora come formatrice e insegnante di italiano a stranieri.

 
Graziella Zulauf-Huber

Nata nel 1929 a Milano. Vive a Nussbaumen (CH) e ha vissuto per un lunghissimo periodo parzialmente a Brissago. Ha studiato disegno di moda alla scuola di Arte e Mestieri di Zurigo e ha lavorato come sarta e vetrinista, finché avrebbe cominciato a dedicarsi all’insegnamento dell’italiano.

 

Christina Le Kisdaroczi, Alessandra Vitali, Graziella Zulauf-Huber - La voce nascosta - Die verborgene

Stimme

Traduzione in tedesco di Pia Todorović Redaelli, Prefazione di Anna Felder, Armando Dadò editore, 30.- Fr.

Potrebbe interessarti anche
Tags
italia
libro
lingua
nascosta
ch
voce nascosta
voce
due
christina
madre
TOP NEWS Magazine
© 2022 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile