ticinolibero
Politica
05.06.21 - 23:250

Vandalismi al corteo dei molinari, l'UDC: "Il CSOA e il PS paghino i danni!"

I democentristi: "È inutile che la cosiddetta "testa del corteo" cerchi di chiamarsi fuori, la responsabilità di quanto accaduto oggi è in capo a loro, in qualità di organizzatori della manifestazione".

LUGANO - Durante la giornata dei molinari ci sono stati danneggiamenti e scritte sui muri, con minacce e ingiurie verso esponenti politici. L'UDC di Lugano ha diramato in serata una nota stampa che riportiamo integralmente su quanto accaduto e vi proponiamo una carrellata di immagini.

"Il ritorno odierno in piazza degli autogestiti ha nuovamente lasciato più di un segno in Città, e non nel senso positivo del termine. Gli imbrattamenti e i vandalismi a danno della Città, di aziende, commercianti, ristoratori e cittadini luganesi sono innumerevoli. L'UDC Lugano condanna fermamente quanto accaduto per l'ennesima volta a causa di una manifestazione non autorizzata da parte del CSOA e denuncia la collusione della sinistra. Siamo dinanzi all'ennesima dimostrazione del fatto che questa autogestione rappresenta più un danno che un beneficio per la Città di Lugano e per questo motivo va allontanata.

È inutile che la cosiddetta "testa del corteo" cerchi di chiamarsi fuori, la responsabilità di quanto accaduto oggi è in capo a loro, in qualità di organizzatori della manifestazione. Come responsabili lo sono anche i vari sostenitori esterni alla manifestazione odierna. Primo fra tutti il Partito socialista che non solo ha sostenuto apertamente la manifestazione non autorizzata e invitato i cittadini a unirsi a questo corteo dell'inciviltà, ma durante il pomeriggio ha pure preteso le scuse del Municipio per bocca del suo co-presidente cantonale. Ora sono i luganesi a pretendere, non solo le scuse da parte degli autogestiti, del PS e degli altri partiti di sinistra che hanno promosso l'evento, ma che si facciano anche carico dei danni causati a cittadini e lavoratori onesti. Lo ricordiamo, si parla di vandalismi su strutture pubbliche e private, bus e veicoli verniciati e di vetrine imbrattate e danneggiate.

Questo è ciò che comporta questo tipo di autogestione, quella che non si ritiene in dovere di rispettare la legge che tutti i cittadini sono chiamati a ossequiare, l'ordine pubblico e la cittadinanza stessa, che deve subire inerme le angherie dei manifestanti.

Non possiamo parlare di misura colma, in quanto la misura, per l'UDC, è stata oltrepassata ormai da tempo. Ma ci si chiede per quanto ancora le Autorità vogliano concedere spazio pubblico a questo gruppo di teppisti. Non c'è più nulla da dialogare e non si deve in nessun caso concedere loro uno spazio alternativo all'interno del territorio comunale. Ecco perché è ora più importante che mai sostenere e firmare l'iniziativa popolare comunale "Adéss Basta!" - NO a un'autogestione al di sopra della Legge. Che siano i cittadini luganesi a decidere

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Politica
© 2021 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile