ticinolibero
Cronaca
18.11.22 - 09:360

Calciatore punta la pistola contro il guardialinee, squalificato a vita. Le scuse: "Era uno scherzo"

Le parole del protagonista: "Non volevo fare male a nessuno. In quel momento non ho pensato alle conseguenze del caso"

UNGHERIA – Scene folli, quelle vissute su un campo da calcio in Ungheria, dove un giocatore è entrato in campo puntando una pistola contro il guardalinee. La foto ha immediatamente fatto il giro del web. Il protagonista è stato squalificato a vita e nei suoi confronti è stato aperto un procedimento penale con le accuse di molestie e minacce. 

L'episodio è accaduto durante una partita di un campionato minore. Il calciatore ha provato a difendersi spiegando che "si trattava di uno scherzo. Non volevo fare male a nessuno. La pistola era un giocattolo, niente di vero. In quel momento non ho pensato alle possibili conseguenze".

E aggiunge: "Mi sono subito pentito di questo scherzo spericolato. Mi dispiace molto". Inutile aggiungere che le giustificazioni non sono servite alla Federcalcio ungherese per cambiare idea sulla sanzione presa. 

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
scherzo
vita
pistola
squalificato
calciatore
fare male
volevo fare male
volevo fare
quel momento
conseguenze
TOP News
© 2022 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile