ticinolibero
Cronaca
02.12.22 - 08:400

Vuole pagare con il chip sottocutaneo, pagamento rifiutato a un cliente svizzero. "Da noi è la normalità"

A raccontare l'episodio l'ex consigliere comunale Luigi Bottone. "L'uomo mi ha detto che l'operazione non è dolorosa"

COMO – Un cliente svizzero ha lasciato increduli i dipendenti di un negozio nel centro di Como. L'uomo si è presentato alla casa volendo pagare con il chip impiantato sottopelle. Il pagamento - riporta Qui Como - è stato rifiutato dalla commessa.A raccontare l'episodio è stato l'ex consigliere comunale Luigi Bottone. 

"Potete immaginare la perplessità di tutti i presenti. Ho chiesto personalmente allo stesso alcune informazioni e mi ha detto che l'operazione non è dolorosa e che secondo lui è il futuro, visto che verranno implementate altre informazioni come quelle sulla salute del proprio corpo. Mi ha anche detto che in Svizzera sta diventando una normalità e ha già pagato senza problemi. La perplessità dei presenti è stata forte e qualche commento negativo è anche sfuggito. Mi chiedo se arriverà presto anche da noi. Diventerà un giorno l'unico sistema per poter pagare in futuro? Devo dire che a nessuno dei presenti è piaciuta l'idea di farsi impiantare qualcosa nel corpo".

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
chip
pagamento
rifiutato
cliente
normalità
cliente svizzero
svizzero
detto
comunale luigi bottone
consigliere comunale luigi
TOP News
© 2023 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile