ticinolibero
Sport
09.10.23 - 14:020

Un team per Enduro e Downhill, per normodotati e non: al via la nuova avventura di Codoni e Robbini

Matteo Codoni è noto per aver più volte raccontato la sua storia, che lo ha portato a perdere un braccio in un incidente sul lavoro. Per la sua squadra, il Border Gravity. ha scelto il pilota Davide Robbiani I due debutteranno a Sanremo

BALERNA – Nel mondo dell’Enduro e del Downhill ticinese si respira profumo di novità. Sì, perché il panorama delle due ruote in montagna può contare su un team nuovo di zecca, che ha voglia di emergere, divertirsi in sicurezza e, possibilmente, far conoscere le due discipline sempre a più persone. Con queste premesse è nato il Border Gravity Team, la scuderia con sede a Balerna presieduta da Matteo Conconi, classe 1991 e autore del libro “Più forte di prima”, il racconto della sua vita dopo un grave incidente sul lavoro nel 2013.

“Bionic” Teo - così lo chiamano gli amici – ha perso un braccio, ma non la voglia di vivere, rispettata ogni giorno con un entusiasmo travolgente. Matteo ha sempre amato la montagna. Non c’è quindi da stupirsi se la nuova avventura di vita si articola tra sentieri in discesa al ritmo di faticosi allenamenti in compagnia. In compagnia di Davide Robbiani, classe 1992 e pilota “prescelto” per dare il via al Border Gravity.

"Il team", ci spiegano "è nato lo scorso agosto. Nel Mendrisiotto mancava in effetti un vero e proprio team per chi vuole praticare Enduro e Downhill. La nostra equipe è aperta a tutti: normodotati e non. Un doveroso ringraziamento", aggiunge Matteo", va a Mattia e Melanie del Mudriders Team. Mi hanno introdotto in questo sport dandomi la possibilità di crescere e imparare molte cose".

L’attività proposta dall’equipaggio del Mendrisiotto non si esaurisce alla pratica sportiva. “Oltre a competere in gare nazionali e internazionali, ci occupiamo anche della manutenzione dei sentieri”, ci spiega Robbiani. “Siamo complementari", aggiunge “il pres”. Nel limite del possibile ci alleniamo insieme e ci diamo supporto a vicenda. Cerchiamo di rispettare un piano di allenamento mirato”. Il sogno nel cassetto del tandem Conconi – Robbiani è quello di “poter disporre di un bike park per gli allenamenti e crescere di reputazione come team. Lavoriamo per costruire stabilità e continuità. È uno sport pericoloso, va detto, e bisogna mettere in conto il rischio di farsi del male. Ma l’adrenalina che ti restituisce è abbastanza per superare le diffidenze del caso. Ci alleniamo principalmente sul Monte Generoso e al San Giorgio. Nella nostra testa c’è anche l’idea di svolgere dei campi d’allenamento su più giorni”.

Davide e Matteo si conoscono da anni, anche se i loro sentieri di vita si sono intrecciati nuovamente solo due anni fa. “Ho scelto Rubi (Davide ndr) nella mia squadra perché è un pilota preparatissimo, serio e rispettoso degli impegni presi”, commenta il presidente. “Per il ‘pres’ commenta Davide, "parlano i risultati. Nel giro di poco tempo ha messo in piedi una squadra da zero, ha raccolto sponsor importanti e si è preso a carico e con cura la gestione dei social. Poi anche in bici non se la cava male”.

Il Border Gravity è pronto a debuttare il weekend del 28 ottobre a Sanremo, in occasione della prestigiosa “Urban Downhill Sanremo”, gara in notturna che segna il via della formazione momò. “Un po’ di tensione e agitazione c’è. Non abbiamo obiettivi specifici, se non quello di fare del nostro meglio".

Ma prima della tappa sanremese, Matteo e Davide saranno ospiti della “Domenica sportiva” (domenica 15 ottobre) al Mattarello di Balerna (dalle 10:30 alle 15:00), un aperipranzo di presentazione per...salire tutti in sella e fare il tifoso per il duo della Border Gravity.

Tags
matteo
va
avventura
team
robbiani
border
via
nuova avventura
codoni
downhill
TOP News
© 2024 , All rights reserved

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile