ticinolibero
Sport
05.01.22 - 12:110

Il caso Djokovic continua a far discutere. Il Governo del Commonwealth non vuole eccezioni

"O fornisce una prova accettabile a sostegno della sua esenzione medica o dovrà fare quarantena per 14 giorni: faremo rispettare i nostri requisiti al confine austrialiano", ha detto la ministra per gli affari interni

VICTORIA - L'esenzione dal vaccino per motivi sanitari che Novak Djokovic ha ottenuto e che gli permetterà di partecipare agli Australian Open ha causato molte polemiche. Il governo del Commonwealth pare deciso a non fare alcuna eccezione.

"Mentre il governo vittoriano e Tennis Australia possono permettere a un giocatore non vaccinato di competere nell'Australian Open, noi faremo rispettare i nostri requisiti al confine australiano", ha detto Karen Andrews, ministra australiana per gli affari interni. Il tennista, come tutti, al confine dovrà mostrare una prova accettabile che sostenga la sua esenzione medica, oppure dovrà fare quarantena per 14 giorni. "Nessun individuo che partecipa all'Australian Open riceverà un trattamento speciale".

L'organizzazione del torneo per contro ha fatto notare come le richieste di esenzione dal vaccino siano state parecchie ma solo poche sono state accettate e invita Djokovic a spiegare il motivo del sì che ha ottenuto. 

SPORT: Risultati e classifiche

Potrebbe interessarti anche
Tags
esenzione
djokovic
commonwealth
governo
fare
confine
dovrà
dovrà fare quarantena
affari interni
requisiti
SPORT
Risultati e classifiche
© 2022 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile