ticinolibero
Food&Wine
18.10.22 - 16:390

Torna 'Sapori e Saperi': dalla sostenibilità dei prodotti ticinesi alla Roboraclette

La rassegna avrà luogo da venerdì 21 ottobre a domenica 23 ottobre al Mercato coperto di Giubiasco. Ospite sarà il Vallese, si parlerà di impronta ecologica, importanza delle famiglie contadine, filiera locale ed agricoltura biologica

GIUBIASCO – Da venerdì 21 ottobre a domenica 23 ottobre 2022, al Mercato coperto di Giubiasco, si rinnova l’appuntamento con la popolare rassegna dei prodotti agroalimentari ticinesi “Sapori e Saperi”. Si tratta della più importante vetrina del settore, che riunisce sotto lo stesso tetto le specialità più rappresentative del nostro territorio.

La rassegna - promossa dal Dipartimento delle finanze e dell'economia, per il tramite della Sezione dell'agricoltura, con la collaborazione delle principali associazioni del settore agricolo - mantiene fede agli obiettivi originari, ossia avvicinare il pubblico ai “sapori e saperi” genuini della nostra terra, permettendo di scoprire la ricchezza dei prodotti tipici locali e le loro regioni di provenienza.

La 21° edizione di “Sapori e Saperi” inizierà venerdì 21 ottobre alle ore 13.00, con il programma “Scuole in Fattoria” dedicato alle classi scolastiche e aprirà le porte al pubblico alle ore 14.00. La cerimonia d’inaugurazione ufficiale, invece, avrà luogo alle ore 17.25, alla presenza del Consigliere di Stato Christian Vitta e del Sindaco di Bellinzona Mario Branda.

Ospite della manifestazione l’associazione DOP del Vallese. Sarà pure dato ampio spazio all'informazione sulla produzione e sul consumo sostenibili. alpinavera presenterà i risultati della valutazione ECO score dei prodotti ticinesi certificati per dare modo ai visitatori di scoprire la loro impronta ecologica.

Quest’anno si è voluto pensare anche ai bambini, dedicando loro un’area giochi, dove saranno proposte delle attività creative legate ai prodotti regionali per una maggiore sensibilizzazione fin dall’infanzia. 

L’Unione Contadini Ticinesi mostrerà e spiegherà l'importante lavoro delle famiglie contadine per produrre gli alimenti che finiscono sulle nostre tavole, anche a favore della biodiversità. Inoltre, si potranno conoscere i diversi servizi e le prestazioni che l'UCT svolge ogni giorno per promuovere il settore primario e i suoi attori principali.

Il Centro di Competenza Agroalimentare Ticino (CCAT) proporrà un gioco per grandi e piccini che mira a far riflettere il visitatore sulle sue abitudini nel fare la spesa di prodotti alimentari, proprio come fatto con il “progetto mensa” che tende ad incrementare l’utilizzo di prodotti agroalimentari ticinesi nella ristorazione collettiva cercando di favorire, laddove possibile, la filiera corta e coinvolgendo i produttori locali.

Sarà anche l’occasione per ricordare l’adozione da parte del Consiglio di Stato, su impulso del Gruppo interdipartimentale che si occupa di sviluppo sostenibile, della Carta per un’alimentazione sostenibile che ha lo scopo di sensibilizzare sull’importanza di una dieta sana ed equilibrata e di promuovere le buone pratiche di sostenibilità alimentare legate al consumo di prodotti locali.

L’associazione Bio Ticino, proporrà uno spazio dedicato ai “saperi” dell’agricoltura biologica, dove, tramite un gioco per tutte le età, si potranno conoscere i principi del biologico. Nell’ambito dei “sapori”, dalle 11.00 alle 14.00 di sabato e domenica si potranno degustare delle pietanze cucinate con prodotti biologici da due chef ticinesi molto legati al nostro territorio.

L’IVVT e Federviti presenteranno vini prodotti con uve di collina che sono particolarmente importanti non solo per la produzione di vino, ma anche per la protezione di un bene paesaggistico.

La Federazione Ticinese Produttori Latte darà la possibilità di gustare latte fresco appena munto. Saranno distribuiti piccoli gadget, legati alla produzione lattiera in Ticino e Svizzera.

A promuovere i “saperi” dell’agroalimentare ticinese ci saranno le filiere, quali FOFT/TIOR - Federazione Orto-Frutticola Ticinese con l’esposizione di un vecchio carro di legno su cui faranno bella mostra i “sapori” con i prodotti che saranno disponibili anche per la vendita. Mentre per i “saperi” sarà presentato l'impegno per una sostenibilità a 360° con particolare attenzione rivolta alla riduzione dell’impiego di energie fossili, alla tutela dell’ambiente e del territorio e alla promozione della cultura del consumo a basso impatto dal produttore al consumatore.

GastroTicino sarà presente con la propria iniziativa "Ticino a Tavola" (ticinoatavola.ch) che - in collaborazione con il CCAT e Ticino a Te - mira a promuovere la conoscenza e l'utilizzo dei prodotti ticinesi nei ristoranti. Non mancherà di suscitare interesse e curiosità la presenza di un robot che cucina la raclette. La Roboclette è un capolavoro dell'ingegneria vallesana e la prima macchina spalmatrice per raclette al mondo completamente automatica. Una presenza simpatica coordinata da GastroTicino e alpinavera.

La rassegna “Sapori e Saperi” è organizzata anche quest’anno con la collaborazione di alpinavera, un progetto cofinanziato dalla Confederazione volto alla promozione dei prodotti regionali di qualità. 

È possibile trovare maggiori informazioni sul sito della rassegna: www.sapori-saperi.ch

Potrebbe interessarti anche
Tags
sapori
prodotti ticinesi
saperi
sostenibilità
raclette
ottobre
ticinesi
prodotti
rassegna
agricoltura
TOP NEWS Magazine
© 2022 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile