ticinolibero
TIPRESS
Cronaca
12.04.22 - 16:240

Avegno, indagini a rilento: il figlio della vittima non può essere interrogato

Si ascoltano eventuali testimoni. Le indagini proseguono a rilento a causa dell’alterato psicofisico del figlio della vittima

AVEGNO – La popolazione di Avegno è ancora sotto shock. Ieri, lunedì, il cadavere di una donna è stato rivenuto in un’abitazione del nucleo. Particolare la dinamica del ritrovamento da parte delle forze dell’ordine, che ripercorriamo. La polizia è stata allertata dai vicini di casa dopo che un ragazzo – il figlio della donna – stava dando in escandescenze in piazza cercando di sfondare la porta della casa dei vicini. Da lì la tragica scoperta del corpo della donna, apprezzata in paese e che nascondeva una certa fragilità familiare dietro al sempre presente sorriso sul volto. 

L’ipotesi più plausibile è quella del dramma famigliare, anche se le indagini – coordinate dalla procuratrice pubblica Petra Canonica Alexakis, stanno procedendo a rilento. Il motivo è da ricondurre all’alterato stato psicofisico del ragazzo, che non sarebbe in grado di rispondere a nessuna domanda degli inquirenti.  Intanto, proseguono gli altri accertamenti come l’autopsia della vittima e la raccolta di prove e l’audizione dei testimoni che potrebbero aver udito qualcosa. 

Gli inquirenti – nelle prime fasi – non hanno escluso l’intervento di terzi. 

Potrebbe interessarti anche
Tags
vittima
figlio
avegno
indagini
rilento
testimoni
proseguono
donna
stato
casa
TOP News
© 2023 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile