ticinolibero
Cronaca
22.09.22 - 17:140

Il caldo è scomparso, ma il Lago Maggiore continua a soffrire

Malgrado l’abbassamento delle temperature e qualche precipitazione, l’allarme siccità non rientra. Il livello estremamente basso delle acque del Verbano desta preoccupazione

LOCARNO - Dopo aver funto da bacino d’emergenza per tutta l’estate, e malgrado il flusso d’acqua in uscita sia stato attentamente monitorato fino all’ultimo metro cubo, il bacino del Lago Maggiore è visibilmente sofferente. L'abbassamento delle temperature e le precipitazioni delle scorse settimane hanno forse fatto scemare l’attenzione sul tema siccità, che ha tanto segnato quest’estate, ma non hanno contribuito a migliorare la situazione del lago, che resta critica. Attualmente il bacino del Verbano è al 24% di riempimento; il che desta allarme anche per le possibili ripercussioni  sulla produzione di energia elettrica.


Per cercare di alzare il livello delle acque si è ridotta la portata di Ticino e Naviglio Grande, mantenendo il “deflusso minimo vitale”, vale a dire far uscire dal Lago Maggiore la quantità minima di acqua, per mantenere il bacino. Malgrado le varie misure per regolare le acque, il livello di normalità è ancora lontano. La situazione è critica anche sull’intero bacino del Po; per questo Piemonte, Lombardia e consorzi irrigui prevedono nuove misure concertate per limitare il flusso idrico. 

Potrebbe interessarti anche
Tags
lago
lago maggiore
bacino
acque
verbano
temperature
locarno
allarme
abbassamento
siccità
TOP News
© 2022 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile