ticinolibero
Cronaca
18.12.19 - 10:090

La persona morta a Viganello sarebbe un 35enne ticinese. Avevi segni di percosse sul corpo

La Polizia non parla ancora di omicidio, ma ha fermato un ticinese residente nel Luganese e uno straniero con permesso C, domiciliato nel Mendrisiotto: entrambi sarebbero noti alle forze dell’ordine

VIGANELLO – Inizialmente si è pensato a un malore, e la Polizia lo accenna nel suo comunicato. Ma l’uomo deceduto ieri alla pensione La Santa di Viganello aveva segni di percosse, per cui l’omicidio è una pista probabile (poi le immagini della videosorveglianza lo confermerebbero).

Non è un segreto che ci siano giri di droga, in questa zona di Viganello. A quanto pare, l’aggressione di ieri potrebbe essere proprio un regolamento di conti nell’ambito delle sostanze stupefacenti.

Stando a La Regione, la persona deceduta è un 35enne ticinese, residente nel Bellinzonese. I fermati sarebbero un ticinese residente nel Luganese e uno straniero con permesso C, domiciliato nel Mendrisiotto: entrambi sarebbero noti alle forze dell’ordine.

Non si esclude che tutti e tre i protagonisti dell’accaduto fossero alterati dall’uso di sostanze stupefacenti.

Tags
TOP News
© 2022 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile