ticinolibero
Cronaca
26.11.21 - 21:350

Pfizer promette un vaccino in tre mesi. Il virologo pensa ce ne vorranno almeno nove

La nuova variante è stata denominata Omicron e avrebbe 32 mutazioni, il che potrebbe renderla irriconoscibile alla proteina Spike. La casa farmaceutica pensa a una soluzione, ma ci sono dubbi sui tempi

NEW YORK - Pfizer passa al contrattacco e dichiara di stare già studiando la nuova variante del Covid, la B.1.1.529, definita Omicron. In due settimane potrebbe già avere alcuni risultati.

E promette un vaccino entro un centinaio di giorni, se quelli esistenti, come si teme, non dovessero proteggere contro la variante, che a sua volta avrebbe ben 32 mutazioni, che rischiano di renderla irriconoscibile alla proteina Spike.

Secondo il virologo Francesco Broccolo, dell'Università di Milano Bicocca, ce ne vorrebbero almeno nove: da due a tre per progettare il vaccino e metterlo in produzione e sei per i trial clinici. 

La Svizzera intanto ha vietato i voli  dall'Africa australe e ha imposto a tutte le persone che viaggiano dal Sudafrica, Hong Kong, Israele e Belgio di presentare un test Covid-19 negativo per entrare nel paese, oltre a dover rimanere in quarantena dieci giorni.

Potrebbe interessarti anche
TOP News
© 2022 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile