ticinolibero
Cronaca
08.08.22 - 17:590
Aggiornamento: 11.08.22 - 16:11

Furia Sgarbi contro il Ticino: "Trattato come un criminale". E Bühler replica: "Ci perdoni se viene fatta rispettare la legge"

Il critico d'arte: "Mancato rispetto per il Parlamento italiano". Bühler: "Sarà che i lampeggianti, in Italia, vengono ormai utilizzati da chiunque"

CHIASSO – Vittorio Sgarbi ha deciso. “Non andrò mai più in Svizzera”, aveva detto in video dopo essere stato multato per abuso di luci blu prioritarie in territorio di Maroggia. Intervistato dal Cdt, Sgarbi rincara la dose: “Lo ribadisco: non verrò mia più in Svizzera. È stato mancato rispetto per il Parlamento italiano. Gli agenti sono stati arroganti e prepotenti. Sono stato trattato come un criminale. Io ero venuto per omaggiare la Svizzera”.

Su Twitter si è espresso anche Alain Bühler, presidente dell’UDC di Lugano. “Egregio signor Sgarbi – scrive –, sarà che in Italia i lampeggianti vengono ormai utilizzati da la chiunque, qui in Svizzera per contro no. Ci perdoni quindi se da noi viene fatta rispettare la legge”.

Potrebbe interessarti anche
Tags
fatta
perdoni
fatta rispettare
viene fatta
viene fatta rispettare
trattato
bühler
legge
viene
sgarbi
TOP News
© 2022 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile