ticinolibero
Sport
06.07.22 - 11:490

Ci vuole un fisico bestiale... Rocco Cattaneo racconta il segreto del suo settimo podio sulle Dolomiti

"Andare in bicicletta per me è quasi una necessità, un’attività che mi garantisce equilibrio psicofisico e che mi fa star bene”

di Marco Bazzi

Se uno vince per sette volte consecutive una gara estenuante come la Maratona delle Dolomiti – 138 chilometri su un dislivello di 4'300 metri LEGGI QUI – rimanendo sempre al vertice della propria categoria, un segreto dovrà pure averlo… Alimentazione, allenamento? O semplicemente un fisico bestiale, come cantava Luca Carboni?

“Diciamo che il motore funziona ancora bene – racconta Rocco Cattaneo, imprenditore e consigliere nazionale che domenica scorsa ha conquistato il suo settimo podio, confermandosi il più forte tra gli oltre 230 ciclisti della sua categoria di età che hanno tagliato il traguardo -. Essendo stato corridore in gioventù ho un vantaggio: muscoli, cuore, polmoni, ma pure la testa, mi hanno permesso di vincere anche quest’anno. Il motore nel suo complesso, dunque, è ancora buono, la salute tiene ed è un dono fondamentale. Però gli anni passano, e ogni anno per completare la gara ci vogliono 5 o 6 minuti in più”.

In ogni caso, il motore bisogna farlo girare, e quindi al di là di una sana alimentazione l’allenamento è fondamentale: “La voglia di pedalare c’è sempre. Tutti i giorni, in ogni stagione, con il bello e il cattivo tempo, se le condizioni non sono proibitive... Anche quando sono a Berna per le sessioni parlamentari non mi separo mai dalla mia bici, e quando posso al lavoro ci vado pedalando. Il mio programma è regolare: un allenamento lungo il sabato e la domenica, e un’oretta la mattina presto in settimana. Andare in bicicletta per me è quasi una necessità, un’attività che mi garantisce equilibrio psico fisico e che mi fa star bene”.

Prima di affrontare la Maratona, per testare le sue condizioni, Rocco ha fatto la “Nove Colli” a Cesenatico in maggio. Spiega che per lui la sfida sulle strade delle Dolomiti é una prova sportiva con se stesso, più personale che pubblica, una motivazione per tenersi in forma.

“In più - racconta - c’è il contesto fantastico di quella gara, che si svolge in un paradiso a livello paesaggistico, con le strade completamente chiuse al traffico… È un evento che negli anni è diventato un grande attrattore turistico e quindi economico per un'intera regione, che ha saputo coglierne le opportunità sviluppando percorsi, sentieri, servizi. Basti pensare che alla partenza eravamo in 8'000!”.

Chissà se, da grande appassionato e promotore delle discipline legate al ciclismo, sogna in cuor suo a una Maratona sulle montagne ticinesi...

 

Potrebbe interessarti anche
Tags
segreto
settimo podio
fisico bestiale
podio
dolomiti
fisico
rocco cattaneo
cattaneo
racconta
rocco
TOP News
© 2022 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile