ticinolibero
Turismo e dintorni
04.05.22 - 10:390

Elia Frapolli: "La rivoluzione del turismo sostenibile"

"L’ultimo progetto nato in Ticino è il BirdBox a Curzútt: una nuova, curiosa, forma di alloggio che rappresenta un unicum in Svizzera"

di Elia Frapolli

Il primo segnale forte che qualcosa stava cambiando l’ho percepito nel 2018. Avevo partecipato al Caravan Salon di Düsseldorf ed ero rimasto sorpreso dagli enormi passi avanti compiuti dal settore turistico in materia di micro-ricettività. Bolle e cupole trasparenti, alveari in legno, tende sugli alberi, strutture prefabbricate in vetro o in acciaio complete di rivestimenti innovativi e sostenibili.

Già prima della pandemia il mondo stava cambiando e il turismo mutava con lui. È stato proprio in occasione della visita a quella fiera che mi sono reso conto dell’enorme potenziale di questi moduli turistico-ricettivi per una destinazione come il Ticino che vanta un territorio variegato, per lo più boschivo, caratterizzato da un susseguirsi di scenari naturali di straordinaria bellezza.

Questa opportunità è stata colta da Svizzera Turismo (ST) che quello stesso anno ha lanciato il progetto “Pop-up Hotels”, una campagna incentrata sulla creazione di alloggi fuori dal comune in 11 città svizzere: dal Castelgrande di Bellinzona alla dogana di Berna, da una ex cella a Baden fino a un capanno da pesca a Basilea. L’iniziativa ha riscosso molto successo, ma per una serie di motivi la “riconversione” di queste strutture a camere di albergo doveva avere una durata limitata.

L’anno successivo, il 2019, ST ha un’intuizione: dopo aver fatto dormire i nostri ospiti in edifici storici e simbolici, è giunto il momento di creare delle stanze nella natura che permettano di addormentarsi
in luoghi unici e inediti, sotto il cielo stellato. È nato così il progetto Million Star Hotel, in continua
evoluzione, che ha portato alla nascita di oltre 50 camere disseminate in tutto il Paese.
Ho avuto la fortuna di contribuire a lanciare diversi progetti in Ticino legati a questa nuova forma di
ricettività: Momò Bellavista sul Generoso, la Tree Tent al parco San Grato, Night Sky Tamaro e
altri.

La pandemia ha accentuato alcune tendenze già in atto e ne ha presentate di nuove, con un denominatore comune: i viaggi sono e saranno sempre più sostenibili, responsabili e rispettosi dei
luoghi. In un periodo di grandi cambiamenti, i moduli turistico-ricettivi si stanno orientando sempre
più verso soluzioni che rispettino la natura e che siano “reversibili” sul paesaggio.

L’ultimo progetto nato in Ticino è il BirdBox a Curzútt (nella foto di copertina con Frapolli): una nuova, curiosa, forma di alloggio che rappresenta un unicum in Svizzera. I progetti già avviati hanno iniziato a mostrare i loro vantaggi e stanno generando un rapido ritorno degli investimenti, contribuendo al contempo a far conoscere regioni periferiche e meno note. Sono convinto che sia giunto il momento di rivoluzionare il concetto di turismo. Viaggiare significa esplorare posti nuovi e sconosciuti, vivere un’altra dimensione rispetto alla realtà di tutti i giorni. Ma significa anche dare la possibilità ai territori di muovere un’economia circolare virtuosa, per il sostentamento di tutte le attività.

Potrebbe interessarti anche
Tags
progetto
turismo
frapolli
ticino
elia frapolli
elia
forma
nato
svizzera
ultimo progetto
TOP NEWS Rubriche
© 2022 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile