ticinolibero
Cronaca
10.11.22 - 10:420
Aggiornamento: 11:52

Dramma di Bellinzona, cosa è successo? Le ipotesi che fanno paura

Si dovrà sicuramente indagare su che cosa ha portato al crollo di una scala interna che ha schiacciato e ucciso un operaio 44enne. Un ragazzino parla di un pezzo di legno caduto dal gancio di una gru, la moglie di un operaio di pressioni

BELLINZONA - Una tragedia che, come accade ogni volta in cui qualcuno perde la vita sul mondo del lavoro, sconvolge e fa riflettere. La morte dell'operaio bosniaco 44enne in un cantiere di via Ghiringhelli a Bellinzona, schiacciato dalla scala di cemento interno dell'edificio cui stava lavorando, ha sconvolto il Ticino.

Ora è il momento del cordoglio, ma ci si chiede anche come sia potuto avvenire un dramma del genere.

La Regione ha raccolto alcune testimonianza sul luogo dell'incidente. Un ragazzino ha raccontato per esempio di aver già visto cadere dal gancio di una gru un grosso pezzo di legno, per fortuna senza conseguenze. La moglie di un operaio ha parlato della pressione cui sono sottoposti i dipendenti. "Devono lavorare parecchio e anche velocemente".

Anche il sindacalista di Unia Dario Cadenazzi è preoccupato per le condizioni di lavoro nei cantieri. "I problemi sono riconducibili alla guerra dei prezzi e alla concorrenza".

Cosa potrebbe essere accaduto, ieri? Delle ipotesi, sempre riportate dal quotidiano bellinzonese, parla di un calcolo errato di progettazione, di una realizzazione lacunosa o di materiali difettosi. E se così fosse, ci sarebbero problemi importanti sia per chi ora continuerà a operare sul cantiere sia per chi, un domani, abiterà quell'edificio. 

Potrebbe interessarti anche
Tags
bellinzona
operaio
ipotesi
dramma
schiacciato
gru
44enne
ragazzino
pezzo
moglie
TOP News
© 2022 , All rights reserved


Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile